News'n'press

Marco Biondi ed Emilio Pappagallo: il vinile

today3 Aprile 2023

Sfondo

Oggi puntata dedicata al mondo del vinile. Argomento pericoloso e spinoso, non abbiamo voluto creare polemiche o colpevolizzare nessuno, però è un dato che certi vinili, anche nel mercato dell’usato, sono molto aumentati di prezzo. Siamo in un momento dove il vinile ormai da qualche anno è tornato a vendere – per quanto stiamo parlando di numeri piccoli. Però un supporto che sembrava finito da qualche decennio, in realtà ha sempre mantenuto una sua vita decorosa, amato dai collezionisti e da chi è rimasto affezionato al formato.

Da un po’ di tempo però c’è in corso una speculazione piuttosto vergognosa attorno al vinile. A questo formato si stanno approcciando anche le nuove generazioni, ma anche persone adulte hanno riscoperto il gusto di comprarlo. Il problema vero sono i prezzi, oggi lievitati enormemente! Certo, il vinile è un oggetto completo, grazie al disco nero, picture o colorato, la bella copertina, il logo e il colore della label, gli inserti, i testi, le foto e tutto il resto. Continua ad essere un oggetto molto collezionato, soprattutto se riguarda certi artisti.

Qualche esempio: su Amazon, che solitamente ha prezzi inferiori ad un negozio, il nuovo dei Depeche Mode che è in versione 2LP viene venduto a 48,15 euroU2 Songs of Surrender anche qui in formato doppio LP, costa 44,91 il vinile nero e 59,99 il vinile arancione. Sempre degli U2 Song of Innocence del 2014 è ancora fuori a 43,90! Certo, poi ci sono altri vinili con prezzi più bassi, dai 20 euro in su o anche varie offerte con album di catalogo, ma stiamo parlando sempre di Amazon, uno dei posti in teoria con i prezzi più bassi.

Ecco la classifica dei vinili piu venduti in Italia nel 2022:

  1. HARRY’S HOUSE – HARRY STYLES
  2. THE DARK SIDE OF THE MOON – PINK FLOYD
  3. VIRUS – NOYZ NARCOS
  4. NOI, LORO, GLI ALTRI – MARRACASH
  5. TEATRO D’IRA – VOL. I – MANESKIN
  6. CANZONI DA INTORTO – FRANCESCO GUCCINI
  7. CAOS – FABRI FIBRA
  8. AM – ARCTIC MONKEYS
  9. SIRIO – LAZZA
  10. ANIMALS – PINK FLOYD

Far stampare un vinile ha comunque i suoi costi, può costare dasgli 8 ai 12 euro a seconda di quale tipo di copertina si voglia, se apribile oppure no, se vinile nero o colorato ecc. Lo stampatore di chiede una stampadi almeno 300 copie e i tempi di attesa per ora si attestano sui 3 mesi.

Riportiamo alcune uscite per il Records Store Day del 22 aprile 2023:

Boxset di Gimme Some Truth di John Lennon, una versione espansa della celebre raccolta formata da nove EP in vinile bianco, cartoline esclusive, poster, adesivi e booklet. Debutta in vinile Wake Up and Smell the Coffee, l’album del 2001 dei Cranberries, con la copertina disegnata da Storm Thorgerson. Duran Duran con Carnival Rio, una raccolta di remix per celebrare i quarantanni di Rio. Show dei Cure, in doppio LP in un’edizione curata personalmente da Robert Smith. Give Way dei Pearl Jam, registrato a Melbourne Park nel 1988, più tanti altri titoli di tutti i generi e vari nomi, per esempio dei Blur, Black Sabbath, Charlie Parker, Elvis Presley, Ramones, Morricone, i Foals, Frank Turner, Gobli, Battisti, Dalla, Joe Strummer, Mars Volta, Miles Davies, Muddy Waters,Pixies, Prodigy, Stones, Slade, addirittura i Bros!

Ci sono band e artisti che sono da sempre molto collezionati in tutto il mondo, fra i più in assoluto ci sono sicuramente i Queen, i Beatles e i Pink Floyd. I loro dischi sono pubblicati in tutto il mondo e ci sono certe edizioni estere che raggiungono quotaizoni impressionanti. Riguardo ai Pink Floyd ci sono anche vari 45 giri davvero preziosi, per esempio Arnold Layne del 1967 edizione della Danimarca vale circa 1000 euro, Point Me At The Sky del 1968 edizione colombiana vale circa 2000 euro.

Il valore di un vinile è determinato da una serie di fattori: il grado di conservazione del disco e della copertina, la sua rarità, la data di pubblicazione e il numero di serie. Alcuni possono arrivare a costare anche svariate migliaia di euro: è il caso di White Album dei Beatles che è stato venduto a oltre 19 mila sterline su eBay; Please Please Me che ha raggiunto quasi i 15 mila; God Save the Queen dei Sex Pistols che è andato oltre i 10 mila.

L’album in assoluto più costoso della storia è White Album, il nono disco in studio dei Beatles, non tanto per l’album in sé ma perché la copia venduta all’asta era proprio la 0000001, ovvero quella appartenente a Ringo Starr. Il suo valore? 910 mila dollari! I Beatles infatti decisero di appropriarsi delle prime quattro copie del White Album da loro stessi realizzato, ecco perché furono diffuse in commercio quelle a partire dalla quinta in poi.

Tra l’altro, i primi tre vinili più costosi al mondo sono tutti e tre dei Fab Four: White Album, That’ll Be The Day/In Spite Of All The Danger – The Quarrymen e Love Me Do.

Scritto da: RadioRock FM106.6

0%