News'n'press

Måneskin, Pierpaolo Capovilla: “Gruppo di giovani stupidi, conformisti, intrappolati nel successo”.

today13 Luglio 2022 5

Sfondo

Commentando il “Fuck Putin”, pronunciato dal frontman della band, Damiano David, nel corso del concerto tenuto dai Måneskin al Circo Massimo lo scorso weekend, Pierpaolo Capovilla (Teatro degli Orrori, One Dimensional Man, Pierpaolo Capovilla & I Cattivi Maestri) si è così pronunciato su Facebook: “Che pena che fa questo gruppo di giovani stupidi”, ha scritto, “Conformisti, intrappolati nel successo, purissima plastica, perfetti rappresentanti di una generazione di imbecilli, incapaci persino di comprendere le circostanze storiche che hanno portato alla guerra in Ucraina”.

Pochi giorni prima, la band aveva subito i commenti – anche quelli sferzanti – del leader dei Porcupine Tree, Steven Wilson: “Sono terribili”, aveva detto al Corriere della Sera, “Certo è fantastico per l’Italia ed è sempre positivo quando un gruppo fa conoscere ai ragazzi chitarre e batterie, vorrei solo che fossero un po’ meglio. Per chi è cresciuto sentendo i Led Zeppelin, i Pink Floyd o i Black Sabbath ascoltare band come i Måneskin o i Greta Van Fleet e prenderli seriamente è dura perché sono una copia scadente di quello che erano gli altri”.

Scritto da: RadioRock FM106.6

0%