News'n'press

Killers: si scusano pubblicamente per aver fatto salire sul palco un fan russo

today17 Agosto 2023

Sfondo

In concerto a Batumi, in Georgia, i Killers hanno fatto salire sul palco, verso la fine dello show, un fan russo scatenando il disappunto delle tante persone accorse a vedere Brandon Flowers e compagni, nonostante fosse stato lo stesso cantante, prima, ad esortare i presenti alla pace e alla fratellanza. Ex stato dell’Unione Sovietica, la Georgia è stata invasa nel 2008 proprio dalla Russia, che occupa tuttora il 20% del suo territorio.

I Killers fanno salire sul palco un fan russo

In concerto il 16 agosto a Batumi, in Georgia, i Killers hanno invitato un loro fan a salire sul palco e suonare alla batteria, con la band, “For Reasons Unknown”: “Questo ragazzo è russo”, ha detto Brandon Flowers spiegando la scelta, “Vi va bene che un russo sia qui? Non riuscite a distinguere chi è vostro fratello o meno?”, ha incalzato di fronte ai fischi provenienti dal pubblico, “Non è vostro fratello? Sono i confini dei nostri paesi a dividerci? Allora non sono vostro fratello neanche io, che vengo dall’America? Siamo qui tutti insieme. Non dev’esserci nessuna divisione. Non mi va che questo diventi spiacevole”.

Le scuse social dei Killers ai fan georgiani

Trascorse 24 ore, e dato il clamore mediatico nel frattempo montato, i Killers hanno utilizzato i propri social ufficiali per scusarsi coi fan georgiani scrivendo: “Cara gente della Georgia”, spiega la band, “Non c’è mai stata da parte nostra l’intenzione di offendere nessuno. Siamo da sempre soliti invitare persone a suonare la batteria con noi e ci era sembrato dal palco che la risposta del pubblico fosse positiva riguardo chi è poi salito. Ci rendiamo conto che aver detto che il pubblico e i fan dei Killers sia costituito da persone che debbono considerarsi fratelli e sorelle potesse essere in quel momento frainteso. Non volevamo offendere nessuno e ci scusiamo”.

 

Scritto da: RadioRock FM106.6

0%