News'n'press

Iron Maiden, Bruce Dickinson: “Il modo in cui Nicko McBrain ha recuperato dall’ictus è stato incredibile”

today27 Febbraio 2024

Sfondo

Protagonista lo scorso 25 febbraio a Göteborg di una sessioni di Q&A coi propri fan, per promuovere il nuovo “The Mandrake Project” in uscita venerdì, Bruce Dickinson ha parlato anche dell’ictus subìto dal compagno di band negli Iron Maiden, Nicko McBrain, nel recente passato. “Quello che ha fatto nell’ultimo tour è stato a dir poco sorprendente”, ha detto.

Iron Maiden, Bruce Dickinson: “Il modo in cui Nicko McBrain ha recuperato dall’ictus è stato incredibile”

“Onestamente quello che Nick ha fatto nell’ultimo tour è stato a dir poco sorprendente”, ha detto Bruce Dickinson parlando del compagno di band Nicko McBrain, “Col rischio di parlare oltremodo delle mie condizioni mediche, posso dire che a febbraio dello scorso anno ho acquistato delle protesi in metallo perché entrambe le mie anche si sono consumate a forza di saltare sul palco, fare scherma e altre stupidaggini. […] Nicko ha avuto un ictus più meno nello stesso momento, e io andavo in giro dicendo <<Guarda, non uso più il bastone da passeggio e ho smesso di prendere il paracetamolo. Tutto risolto>>. Contemporaneamente Nicko invia una mail scrivendo: <<Ragazzi, giusto perché lo sappiate. Ho avuto un piccolo ictus l’altro giorno>> […] E non fu una cosa di poco conto ma un ictus vero e proprio […] Il modo in cui ha affrontato tutto ciò è stato semplicemente eccezionale”.

Iron Maiden, Bruce Dickinson: “Amo passeggiare nei cimiteri”

“Se ti ritieni una persona creativa, devi considerare quando la creatività può arrivare ed essere pronto, in quel momento”, ha detto Bruce Dickinson intervistato da EMP Germania, “Per le altre persone può ad esempio essere fastidioso se non vai a cena con loro perché, per dire, devi cogliere l’ispirazione che ti è venuta per scrivere l’ultima pagina di qualcosa. A volte esco e vado a fare un giro nel cimitero. Mi mette di buon umore”. 

 

Scritto da: RadioRock FM106.6

0%