News'n'press

Guns N’ Roses, Duff McKagan difende le lunghe setlist del gruppo: “Quali canzoni togliereste?”

today20 Dicembre 2023

Sfondo

Intervistato da Heavy Music, il bassista dei Guns N’ Roses, Duff McKagan, ha parlato della scelta del gruppo di tenere concerti da tre ore e mezza a confronto di setlist, assai più brevi, come quelle proposte dalla maggior parte delle altre band del genere. Nel corso della stessa chiacchierata, McKagan ha tirato in ballo, sempre sull’argomento, il cantante Axl Rose: da lui definito “un mostro di longevità”, e col quale è tornato a esibirsi, nel 2016, dopo anni.

Guns N’ Roses, Duff McKagan difende le lunghe setlist del gruppo: “Quali canzoni togliereste?”

“Amico mio, Axl adora…Penso che sia…Dannazione, il vero problema è: quali canzoni toglieresti, se scegliessimo di fare show più brevi?”, ha spiegato Duff McKagan intervistato da Heavy Music, “Non voglio essere frainteso: il mio fisico vorrebbe che suonassimo due ore e mezza. La maggior parte delle band suona due ore, due ore e dieci minuti o qualcosa del genere, mentre noi suoniamo tre e ore e mezza. Mi piacerebbe suonare meno perché il giorno dopo starei meglio. Ma ci sono troppe canzoni e la gente resta per tutto il tempo. Nessuno se ne va, quindi ok, immagino gli vada bene così. Stiamo tirando fuori pezzi come ‘Coma’ o ‘Locomotive’ o altre canzoni. Mi piace molto suonarle. ‘Bad Obsession’, ‘Pretty Tied Up’. Sono fantastiche. Le suoneremo tutte. ‘Reckless’, ‘Shadow’. Guardo Axl e gli dico: <<Sei sicuro, amico? Perché abbiamo un altro concerto tra un paio di sere>>. Ma è un mostro, amico. Quel ragazzo, Axl e la sua longevità. Abbiamo dovuto cancellare un solo show per via della sua voce, perché aveva un’infiammazione – non c’è da stupirsi – da un lato. Lui voleva comunque esibirsi e il dottore gli ha detto: <<Potresti rovinarti la voce per sempre>>. Abbiamo cancellato un concerto a Glasgow un paio di anni fa. Ma abbiamo recuperato”.

Scritto da: RadioRock FM106.6

0%