News'n'press

Emilio Pappagallo e Marco Biondi: riassunto della puntata del 13 febbraio

today13 Febbraio 2023 1

Sfondo

Si parte con un nuovo The court brano di Peter Gabriel – estratto dal nuovo album  di inediti i/o dopo 20 anni. Questa canzone è in parte ispirata al lavoro di Namati, una organizzazione di beneficenza che cerca di rendere accessibile la giustizia ed è dedicato a porre il potere della legge nelle mani della gente. Spiega Peter Gabriel, che proprio oggi compie 73 anni . Dategli un’occhiata. Fanno un ottimo lavoro mettendo insieme team in tutto il mondo per affrontare diverse problematiche.

 

 

 

Il 13 febbraio del 1967 usciva Penny Lane dei Beatles, aveva come lato B Strawberry Fields Forever e i due brani erano stati scritti per un concept album dedicato a Liverpool che poi non fu più realizzato. George Martin gli chiese due brani per un nuovo 45 giri, loro gli diedero i sopracitati. All’epoca le canzoni contenute in un 45 giri, non si potevano più inserire su un album e così i Beatles dirottarono l’idea del concept su Liverpool su Sgt Peppers.

Ozzy Osbourne ha dichiarato che non potrà andare in tour per motivi di salute, un’altra brutta notizia
per noi che siamo cresciuti con certi nomi del rock, li vediamo invecchiare, molti ci hanno lasciato nel tempo, recentemente David Crosby, Jeff Beck, Tom Verlaine.

 

Il 13 febbraio compiono gli anni anche Rocco Tanica degli Elio E Le Storie Tese, Wes Borland dei Limp BizkitVasco Rossi. Di quest’ultimo ci siamo chiesti se fosse il più grande rocker italiano di sempre.

 

 

 

Il 13 febbraio è anche il World Radio Day, la giornata mondiale della radio. A Milano ci sarà anche un grande evento organizzato da radiospeaker.it, e lì Marco rappresenterà Radio Rock.

Intanto la nostra playlist prosegue con i Nightsoon, band fondata nel 2018 a Verona – il cantante Nika Khachapuridze è originario della Georgia – e ispirati a nomi quali Nirvana, Soundgarden, Kings Of
Leon, The Doors, Foo Fighters, e Radiohead.

 

Chiudiamo con The Wizard dei Black Sabbath: dal loro 1° album omonimo, uscito il 13 febbraio del 1970. Lester Bangs, in una delle sue recensioni più note, pubblicata sulla rivista Rolling Stone, stroncò l’intero disco, definì infine la band proprio come i Cream! Ma peggio. The Village Voice, inizialmente bollò l’album come stronzate necromantiche e poi lo descrisse come il peggio della controcultura su un piatto di plastica a causa degli assoli troppo lunghi e i tempi di reazione compromessi dalla droga.

Scritto da: RadioRock FM106.6

0%